Corso di Laurea in Lingue per la Comunicazione interculturale

1.jpg

Presentazione

Il corso di laurea magistrale in Lingue per la comunicazione interculturale si propone, in linea di continuità con il corso di Lingue e culture moderne della classe L-11, inserito nelle Facoltà di Studi Classici Linguistici e della Formazione e attivo nell'Ateneo da molti anni, di perfezionare la formazione linguistica nella prospettiva interculturale. Al consolidamento, a livello di padronanza, delle lingue europee e orientali scelte, si unisce l'acquisizione di ulteriori elementi relativi agli ambiti giuridico, geopolitico, sociologico e letterario.

Si mira quindi ad una figura professionale altamente qualificata nelle relazioni linguistiche, con una significativa componente interculturale, in grado di rispondere adeguatamente alle esigenze poste dalla cooperazione internazionale, dalla globalizzazione e dalle migrazioni, particolarmente avvertire nell'area euromediterranea e non solo. Il corso prevede attività di stage e tirocinio, orientate verso contesti di lavoro applicati alla mediazione internazionale, ai progetti di cooperazione e sviluppo e all'organizzazione della mediazione linguistica e culturale anche nei contesti scolastici.

Laurea bi-nazionale con l'Université d'Artois
L’accordo di cooperazione accademica tra l’Università degli Studi di Enna "Kore" e l'Université d'Artois (sede di Arras) consente ai nostri studenti di poter intraprendere un percorso bi-nazionale per il rilascio del doppio titolo di studio.
Agli studenti che termineranno con successo il percorso formativo bi-nazionale, i due atenei rilasceranno, rispettivamente, per la parte italiana la laurea magistrale in "Lingue per la Comunicazione Interculturale" e, per la parte francese, il master's degree in “Languages and Intercultural Management".
Si tratta di una straordinaria opportunità per lo scambio interculturale e per l’approfondimento linguistico (l'Université d'Artois terrà tutti i suoi corsi in lingua inglese), che  consente di ottenere un titolo di grande rilevanza che aumenta notevolmente il prestigio curricolare, rendendolo spendibile anche a livello internazionale.

Chi può iscriversi
Possono iscriversi al I e II anno del  corso di laurea magistrale, i cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari laureati che rientrano nelle condizioni di cui all’art. 26 della Legge n. 189 del 30.7.2002  in possesso di uno dei seguenti titoli:
Classi di laurea ex D.M. 270/2004; L-11 Lingue e culture moderne; L-12 Mediazione linguistica; Classi di laurea ex D.M. 509/1999; altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo dalla Commissione didattica con i seguenti requisiti minimi curriculari: 24 CFU acquisiti nel SSD della lingua di specializzazione e 18 CFU acquisiti nel SSD in una seconda lingua.
In caso di laureati in possesso di un diploma di laurea diversa da quelle sopra indicate ed in caso di studenti con titolo estero, la Commissione didattica stabilisce le corrispondenze tra insegnamenti in termini di crediti e di contenuti formativi.
Tutti i candidati che non siano in possesso dei requisiti di classe dovranno sottoporsi alla verifica della personale preparazione attraverso la valutazione del curriculum vitae, anche con particolare riferimento alle certificazioni relative alla lingua di studio. La Commissione didattica si riserva la facoltà di un colloquio orale integrativo.
A discrezione della Commissione didattica o dei suoi delegati alla valutazione dei requisiti d'accesso, è possibile accettare domande che, pur in difetto di crediti nel settore scientifico-disciplinare della lingua di specializzazione o della seconda lingua, siano corredate da certificazioni attestanti la frequenza con esito positivo di corsi di lingua svolti nei Paesi in cui la lingua di specializzazione è lingua ufficiale ovvero da certificazioni rilasciate da enti certificatori internazionali. I laureati privi di certificazione possono in ogni caso richiedere la verifica delle competenze linguistiche possedute che dovranno essere pari al livello d’ingresso richiesto. 

Verifica in ingresso delle conoscenze e delle competenze possedute
 

Le conoscenze e le competenze richieste per l’immatricolazione verranno verificate tramite una prova linguistica che dovrà accertare il livello di competenza nelle lingue prescelte. I candidati dovranno dimostrare di possedere un livello di competenza non inferiore al livello False C1 per la prima lingua e B2 per la seconda lingua, secondo i parametri del Quadro Europeo Comune di Riferimento o di parametri equivalenti.
La prova consisterà in un test computerizzato volto a verificare le abilità di ascolto, comprensione e produzione scritta ed un colloquio orale volto a verificare l’abilità di interazione. La prova sarà valutata in centesimi e si intenderà superata con un punteggio di almeno 60/100. Per lo svolgimento del test computerizzato sarà assegnato un tempo di 2 ore mentre al colloquio orale sarà assegnato un tempo di 10/15 minuti. Coloro i quali otterranno un punteggio di 50/100 saranno obbligati a frequentare i corsi OFA, organizzati dagli stessi docenti titolari dell’insegnamento durante il primo semestre. I corsi OFA prevedono il superamento di una verifica finale.
 

 Riconoscimento CFU acquisiti presso altra università
Il riconoscimento totale o parziale, ai fini della prosecuzione degli studi, dei crediti acquisiti da uno studente in altra Università o in altro corso di laurea magistrale è deliberato dal Consiglio del corso di laurea Magistrale. L’apposita commissione esamina le istanze presentate dagli studenti, con le indicazioni degli esami superati e i relativi programmi delle discipline per le quali si richiede la convalida. Valuta e quantifica il possibile riconoscimento dei CFU in base alle affinità tra i settori scientifico-disciplinari indicate nel DM del 18 marzo 2005 (All. D), tenendo conto della coerenza dei contenuti dei CFU acquisiti con il percorso formativo del corso di laurea magistrale e assicurando la convalida del maggior numero possibile dei CFU già maturati. Il mancato riconoscimento di crediti viene di volta in volta adeguatamente motivato.Nel caso in cui lo studente provenga da un corso di laurea Magistrale appartenente alla medesima classe, la commissione quantifica i CFU da convalidare tenendo conto che la quota di crediti relativi al medesimo settore scientifico-disciplinare direttamente riconosciuti allo studente non può essere inferiore al 50% di quelli già maturati. Il riconoscimento di crediti acquisiti come conoscenze e abilità professionali certificate, ai sensi della normativa vigente in materia, è valutato, nei vincoli imposti dal regolamento Didattico di Ateneo, dall’apposita commissione in base alla loro congruità con gli obiettivi formativi specifici del corso di laurea magistrale.

 Orientamento per l’abilitazione all’insegnamento
Gli immatricolati che intendono eventualmente acquisire l’abilitazione all’insegnamento in una delle lingue di studio dopo il diploma di laurea magistrale, possono usufruire di un servizio di orientamento mirato a colmare gli eventuali debiti formativi per l’accesso al Tirocinio formativo attivo(TFA) negli SSD richiesti come requisiti obbligatori per accedere. Gli ulteriori esami, volti a colmare i CFU necessari per l’accesso al TFA, possono essere sostenuti gratuitamente in aggiunta a quelli previsti dal corso di studio ordinario.

Contatti

Università degli Studi di Enna "Kore" - Cittadella Universitaria 94100 Enna info@unikorestudent.it

Numeri utili >>

I nostri uffici sono aperti con orario continuato:

Da lunedì a venerdì 8:30 - 18:00
Sabato 8:30 - 13:00

Follow us

Seguici sui canali ufficiali dell'Università, rimarrai aggiornato in tempo reale sul mondo Kore
Su Facebook, Twitter e gli RSS feeds.