Corso di Laurea in Psicologia clinica

DSC_0280.jpg

Regolamento

Classe di laurea
LM-51 Psicologia

Nome del corso
Psicologia clinica

Facoltà del corso
Scienze Umane e Sociali

 

Denominazione del Corso

Laurea Magistrale in Psicologia clinica - Classe LM-51 
Ordinamento 270/04 - attivato per il I anno del corso- A.A. 2009-2010

 

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

I laureati nel corso di laurea Psicologia Clinica devono acquisire: 

a) un'avanzata preparazione in più ambiti teorici, progettuali e operativi della psicologia clinica; 
b) la capacità di stabilire le caratteristiche rilevanti di persone, gruppi, organizzazioni e situazioni e di valutarle con gli adeguati metodi psicologici (test, intervista, osservazione...); 
c) la capacità di progettare interventi relazionali e di gestire interazioni conformi alle esigenze di persone, gruppi, organizzazioni e comunità. 
d) la capacità di valutare la qualità, l'efficacia e l'appropriatezza degli interventi;

e) la capacità di assumere la responsabilità degli interventi, di esercitare una piena autonomia professionale e di lavorare in modo collaborativo in gruppi multidisciplinari;

f) la conoscenza avanzata, in forma scritta e orale, di almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

 

I laureati nel corso di Psicologia Clinica potranno esercitare funzioni di elevata responsabilità nelle organizzazioni e nei servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle comunità (scuola, sanità, pubblica amministrazione, aziende). 

Ai fini indicati si attiveranno due differenti curricula: Psicologia dell'Intervento clinico e Psicologia Criminologica

 

I due curricula formativi prevedono attività volte: 

a) all'acquisizione di conoscenze teoriche e metodologiche caratterizzanti tutti gli ambiti della psicologia;
b) allo sviluppo di competenze operative e applicative generali e specialistiche;
c) allo sviluppo di conoscenze sulle problematiche connesse all'attività professionale in ambito psicologico e alla sua deontologia.

Entrambi i curricula prevedono attività formative attraverso seminari, laboratori, esperienze applicative in situazioni reali o simulate, per un congruo numero di crediti; attività di tirocinio per un congruo numero di crediti.
Gli insegnamenti sono suddivisi nei due anni del corso per promuovere, al primo anno, l'accrescimento e il consolidamento di conoscenze di base e, al secondo anno, conoscenze teoriche e tecniche d'intervento circa i due ambiti oggetto dei differenti percorsi curriculari.
In tal senso, al secondo anno, nel percorso di Psicologia dell'Intervento Clinico sono stati inseriti gli insegnamenti diretti all'acquisizione di strumenti e metodiche utili alla valutazione e all'intervento psicologico clinico; nel secondo percorso, Psicologia Criminologica, sono stati inseriti insegnamenti relativi all'acquisizione delle tematiche psicologiche e degli strumenti afferenti all'area della criminologia applicata.
Alla luce di queste considerazioni, gli obiettivi formativi specifici del percorso formativo Psicologia dell’Intervento Clinico sono quelli di fornire saperi e strumenti metodologici, indispensabili per mettere in atto, valutare e migliorare l’intervento clinico-psicologico in tutte le fasi della vita, con l’obiettivo di prevenire quelle condizioni che possano pregiudicare il benessere psicologico delle persone.

Gli obiettivi del percorso formativo di Psicologia Criminologica sono quelli di fornire una formazione d’eccellenza per l'acquisizione di strumenti psicologici e giuridici fondamentali nei principali settori afferenti all'area della criminologia applicata. Il curriculum si pone come punto di riferimento per coloro che intendano ottenere ulteriori approfondimenti nel settore dell’eziologia del comportamento criminale, delle competenze investigative, della sicurezza e dell’intervento con le vittime. Il piano di studi - modulato sulle teorie criminologiche e vittimologiche più recenti e che si sviluppa attraverso materie specialistiche sui modelli operativi più efficaci nel lavoro della programmazione come in quelli dell’intervento e della ricerca - approfondisce non solo i fenomeni e le conseguenze della criminalità comune, ma anche quelli relativi alla criminalità non convenzionale

Ambedue i curricula prevedono attività laboratoriali al loro interno, in modo da permettere agli studenti di applicare e verificare con il docente le conoscenze e le capacità acquisite nella fase di apprendimento teorico. I CFU destinati ad attività a scelta potranno essere sottoposti dallo studente all'approvazione dei responsabili del Corso di Laurea in funzione della coerenza delle stesse con il percorso formativo generale.

Contatti

Università degli Studi di Enna "Kore" - Cittadella Universitaria 94100 Enna info@unikorestudent.it

Numeri utili >>

I nostri uffici sono aperti con orario continuato:

Da lunedì a venerdì 8:30 - 18:00
Sabato 8:30 - 13:00

Follow us

Seguici sui canali ufficiali dell'Università, rimarrai aggiornato in tempo reale sul mondo Kore
Su Facebook, Twitter e gli RSS feeds.