Stampa questa pagina

Docenti

Cosa può fare un docente all’interno di Erasmus+?

Erasmus+ promuove la mobilità internazionale per attività didattica e di formazione del personale docente e non docente degli Istituti di Istruzione Superiore (Università, Accademie di Belle Arti, Istituti Superiori di Industrie Artistiche, Conservatori di Musica, Istituti Superiori per gli studi musicali, Scuole Superiori per Mediatori Linguistici, etc.).
Requisito fondamentale degli Istituti è l’assegnazione dell’ECHE (ERASMUS CHARTER FOR HIGHER EDUCATION) assegnata dalla Commissione Europea e la stipula di un accordo inter-istituzionale tra gli istituti.

Periodi di insegnamento

Grazie a un periodo di insegnamento e di formazione all’estero il docente può mettere a frutto le proprie competenze ed acquisirne altre, con una ricaduta consistente sulla professionalità del singolo e a beneficio dell’intero ateneo.

La mobilità per insegnamento prevede un incarico di docenza all’estero in qualsiasi disciplina accademica presso un Istituto d’Istruzione Superiore in uno dei Paesi partecipanti al Programma Erasmus + e con cui sussista un accordo inter-istituzionale con il vincolo di minimo 8 ore di attività.

>> STA-Mobilità per attività didattica

Periodi di formazione

La mobilità per formazione all’estero sostiene lo sviluppo professionale del personale docente e non docente di istituti d’istruzione superiore nella forma di eventi di formazione all’estero (escluse conferenze) e periodi di osservazione in situazione di lavoro/periodi di osservazione/formazione presso un istituto d’istruzione superiore partner, o altra organizzazione di interesse all’estero.
>> STT-Mobilità per formazione