Corso di Laurea in Ingegneria civile

3.jpg
In questo articolo saranno raccolti i dati ed i materiali utili alla redazione delle esercitazioni progettuali necessarie per sostenere l'esame finale di Dinamica delle Strutture per l'A.A. 2015/2016. Troverete in allegato i seguenti files:
  1. Slides esplicative della esercitazione progettuale proiettate e commentate in aula;
  2. Esercitazione assegnata ai vari gruppi;
  3. File EXCEL per il calcolo dello spettro di progetto da normativa NTC2008  - scaricabile al seguente link 
  4. Accelerogrammi naturali da utilizzare per l'integrazione al passo*; 
  5. PSD spettrocompatibili da utilizzare per l'analisi aleatoria**;
Nel file ACCELEROGRAMMMI.RAR troverete quattro accelerogrammi naturali da utilizzare per determinare le storie di spostamento del vostro edificio ed i relativi massimi.
Cose importanti da ricordare:
1. tutti gli accelerogrammi contengono due colonne di dati: la prima contiene il tempo in secondi, mentre la seconda contiene le accelerazioni del suolo in m/s2.
2. gli accelerogrammi hanno, in generale, durata e intervallo di campionamento (dt) diversi tra loro.
3. per potere confrontare le risposte del vostro edificio con i risultati della analisi modale con spettro di risposta è necessario SCALARE il valore massimo dell'accelerazione di ogni accelerogramma al valore S*ag del vostro spettro (ovvero la pseudo-accelerazione al periodo T=0). ** Nel file DENSITA' SPETTRALI DI POTENZA.RAR troverete un file EXCEL per ogni gruppo con la funzione densità spettrale (PSD) di potenza del sisma. Ogni file ha due colonne di dati: la prima contiene la frequenza in rad/sec, mentre la seconda contiene le PSD del sisma in (m/s2)2/(rad/s).
Allegate a questo articolo, potrete trovare le slides proiettate durante le lezioni frontali e relative all'intero corso di Dinamica delle Strutture. 
Poichè le slides sono ancora in versione di bozza, esse potranno essere periodicamente aggiornate e migliorate. 
La massima cura è stata posta nell'eliminare gli errori o i refusi, ma ogni ulteriore imprecisione trovata potrà essere graditamente segnalata per la sua correzione. 
Buono Studio!

Allegate a questo articolo, potrete trovare le dispense del corso di Dinamica delle Strutture comprensive della seconda appendice sulla redazione della esercitazione progettuale. 
Poiché le dispense sono ancora in versione di bozza, esse potranno essere periodicamente aggiornate e migliorate. 
La massima cura è stata posta nell'eliminare gli errori o i refusi, ma ogni ulteriore imprecisione trovata potrà essere graditamente segnalata per la sua correzione. 
Buono Studio!

Lo scopo principale del corso di Dinamica delle Strutture è quello di presentare i metodi di analisi per la determinazione delle deformazioni e degli stati tensionali indotte in ogni tipo di struttura quando questa è soggetta ad un carico dinamico qualsiasi, ovvero tale che la sua intensità, posizione e/o direzione
cambi con il tempo. In modo analogo, la risposta strutturale connessa ad un carico dinamico (ad esempio in termini di spostamenti e tensioni interne) sarà anch’essa dinamica. Per la valutazione della risposta strutturale ai carichi dinamici sono disponibili due approcci fondamentali: quello deterministico e quello aleatorio. La scelta di quale metodo usare dipende da come il carico è definito. Se la variazione del carico nel tempo è pienamente
nota l’analisi della risposta strutturale sarà chiamata analisi deterministica.Se l’andamento nel tempo del carico può essere definito solo in senso statistico la risposta strutturale sarà determinata mediante una analisi aleatoria. 
La prima parte del corso sarà dedicata allo sviluppo delle analisi di tipo deterministico. Verranno descritte le peculiarità dei sistemi dinamici e le grandezze che li caratterizzano a partire dal sistema più semplice, il cosiddetto oscillatore elementare, fino a generalizzare gli strumenti analitici per sistemi qualsiasi. Verranno determinate le risposte in presenza e in assenza di carichi dinamici esterni mediante metodi sia analitici che numerici. 
La seconda parte del corso sarà invece dedicata alle analisi di tipo aleatorio. Sarà necessario, quindi, introdurre i concetti relativi alla caratterizzazione statistica di fenomeni casuali e gli strumenti analitici propri dell’analisi aleatoria. Ancora una volta si farà riferimento a sistemi semplici per cogliere il significato intimo dei concetti introdotti, per poi generalizzare i risultati ottenuti a sistemi strutturali qualsivoglia.
Sebbene la materia si presta ad essere usata in senso trasversale in tutti i settori della meccanica dei solidi, nel presente corso si farà spesso esplicito riferimento a problemi legati alla ingegneria civile ed alla ingegneria sismica in particolare.
Questa pagina ha lo scopo di fornire agli studenti del corso di Laurea Magistrale in "Ingegneria Civile" alcuni strumenti didattici per favorire l'attività di studio individuale. 
Il programma dell'insegnamento di "Dinamica delle Strutture" è allegato a questo articolo, mentre in altri articoli sono allegate delle dispense appositamente redatte per il corso e le slide mostrate durante le lezioni frontali.
Inoltre, saranno messi a disposizione i contenuti delle esercitazioni.
Buono studio! 

Contatti

Università degli Studi di Enna "Kore" - Cittadella Universitaria 94100 Enna info@unikorestudent.it

Numeri utili >>

I nostri uffici sono aperti con orario continuato:

Da lunedì a venerdì 8:30 - 18:00
Sabato 8:30 - 13:00

Follow us

Seguici sui canali ufficiali dell'Università, rimarrai aggiornato in tempo reale sul mondo Kore
Su Facebook, Twitter e gli RSS feeds.