Corso di Laurea in Ingegneria civile

satura2.jpg

Regolamento

Classe di laurea   LM-23 Ingegneria civile

Denominazione del corso Ingegneria civile

Facoltà Ingegneria e Architettura

Obiettivi formativi specifici del Corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile si propone di creare una figura professionale nel campo della progettazione, realizzazione e gestione delle opere di ingegneria civile e ambientale, in grado di operare ai più alti livelli sia nella libera professione che nelle imprese e nella pubblica amministrazione, anche in ambito europeo, unendo capacità e conoscenze tecniche a capacità organizzative e di coordinamento. Il corso di laurea abbina le classiche conoscenze progettuali e realizzative nel campo dell'ingegneria strada, idraulica, geotecnica e strutturale con conoscenze normative e di gestione degli appalti che consentiranno ai laureati di interfacciarsi agevolmente con il mondo dei lavori pubblici. Il percorso formativo si rivolge a laureati con una solida preparazione nelle scienze di base della fisica e della matematica e una generale buona conoscenza nel campo dell'ingegneria civile e ambientale acquisita con la laurea triennale. Il Corso di Laurea Magistrale può essere diviso in 4 semestri: dopo un primo semestre che completa ed approfondisce le conoscenze in tutti gli ambiti caratterizzanti dell'ingegneria civile (Scienza e Tecnica delle Costruzioni, delle Costruzioni Idrauliche, delle Costruzioni Stradali, della Geotecnica) il corso prevede un semestre di specializzazione in cui gli studenti possono perfezionare uno o più ambiti tra quelli prescelti attraverso la selezione di insegnamenti specialistici; il terzo ed il quarto semestre risultano invece comuni per tutti gli studenti e prevedono un'ulteriore avanzamento in tutti gli ambiti dell'Ingegneria Civile completando così la formazione dell'Ingegnere Civile e Ambientale iniziata con la Laurea di primo livello. Il laureato magistrale deve inoltre essere capace di comunicare efficacemente, in forma scritta e orale, in almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano.

Sbocchi occupazionali:

I laureati magistrali in Ingegneria Civile possono svolgere attività di tipo professionale, comportanti quindi responsabilità nei confronti di terzi, a seguito del superamento dell'esame di Stato ed alla conseguente iscrizione all'Ordine degli Ingegneri (sezione A). Tali attività sono di responsabilità ed autonomia per ciò che concerne la progettazione, realizzazione, gestione, rilevamento, controllo e manutenzione delle costruzioni, delle grandi opere e delle infrastrutture. Esse sono richieste da parte di uffici tecnici pubblici e privati, imprese di costruzione e società di ingegneria; sono inoltre pienamente coerenti con programmi di ricerca che possono essere sviluppati nell'ambito di strutture pubbliche e private nel contesto nazionale ed internazionale. A seconda del percorso formativo scelto, i laureati magistrali in Ingegneria Civile acquisiscono competenze specifiche che corrispondono a quattro figure professionali ben distinte. Si sottolinea tuttavia come la preparazione comune a tutti gli allievi, finalizzata all'acquisizione di capacità di analisi trasversali a tutte le tematiche specialistiche, sia caratterizzata da un livello di approfondimento e da una estensione tali da consentire ai laureati una certa versatilità

Conoscenze richieste per l'accesso

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo. Il regolamento del corso di studio stabilisce i requisiti curriculari richiesti per l'ammissione, nonché le forme di verifica dell'adeguatezza della preparazione personale. I requisiti curriculari debbono essere acquisiti prima dell'iscrizione al corso di studi

Caratteristiche della prova finale

Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile si concluderà con un'attività di progettazione, sviluppo o ricerca, svolta in ambito universitario, oppure presso aziende, cantieri, enti di ricerca o strutture della pubblica amministrazione. La prova finale consiste nella stesura, da parte dello studente, di un elaborato originale (tesi di laurea), sviluppato sotto la guida di un relatore, e nella sua presentazione e discussione di fronte ad una commissione di Docenti Universitari. Il laureando dovrà dimostrare padronanza dei temi trattati, capacità di operare in modo autonomo, attitudine alla sintesi e capacità di comunicazione.

Contatti

Università degli Studi di Enna "Kore" - Cittadella Universitaria 94100 Enna info@unikorestudent.it

Numeri utili >>

I nostri uffici sono aperti con orario continuato:

Da lunedì a venerdì 8:30 - 18:00
Sabato 8:30 - 13:00

Follow us

Seguici sui canali ufficiali dell'Università, rimarrai aggiornato in tempo reale sul mondo Kore
Su Facebook, Twitter e gli RSS feeds.