Corso di Laurea in Economia e Direzione aziendale

scaffali.jpg

Regolamento

Classe di laurea  LM-77 Scienze economico-aziendali

Denominazione del corso Economia e Direzione delle Imprese

Facoltà di SCIENZE ECONOMICHE E GIURIDICHE

Obiettivi formativi specifici del Corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso mira a favorire lo sviluppo nei laureati di competenze professionali e di ricerca in ambito aziendale su saperi specialistici che approfondiscono e qualificano le conoscenze acquisite nella laurea triennale.Obiettivo specifico del corso è quello di consentire al laureato di acquisire conoscenze e competenze al fine di poter gestire e governare gli istituti aziendali in modo efficace ed efficiente. Il Corso si propone come obiettivo quello di formare laureati provvisti di solide basi teoriche e metodologiche per la direzione o il controllo di gestione di enti ed aziende e rappresenta il naturale proseguimento del percorso di una laurea di primo livello in ambito economico o aziendale ma non preclude la possibilità che si possa accedere anche da altri percorsi formativi colmando le necessarie lacune nei settori caratterizzanti (aziendale, economico, statistico-matematico e giuridico). Il percorso prevede lo studio a un livello approfondito delle discipline economico-aziedali, nonché dell'organizzazione aziendale e delle risorse umane, dell'economia internazionale e dell'economia applicata ai settori produttivi, ulteriormente si prevede lo studio delle scienze matematico-statistiche a supporto delle decisioni aziendali. Completano l'offerta formativa le discipline giuridiche e le attività affini. Durante il primo anno di corso, gli studenti acquisiranno conoscenze teoriche e strumenti operativi attinenti la gestione aziendale in termini generali ed interdisciplinari. In particolare è previsto lo svolgimento di un'attività di tirocinio formativo esterno presso enti pubblici e privati, che si svolge secondo le modalità previste nel regolamento del tirocinio. Nel secondo anno di corso, per permettere agli studenti una maggiore interdisciplinarietà e l'approfondimento di alcune aree d'interesse, saranno inserite nel bouquet di materie a scelta anche insregnamenti previsti presso altri corsi di laurea offerti dall'Ateneo. A tal fine sarà possibile per lo studente scegliere autonomamente tra le discipline selezionate dal Consiglio di Corso di Studi e indicate annualmente in un apposito elenco. Nel caso in cui lo studente desideri approfondire una personale specializzazione in altre aree ha la facoltà di chiedere di essere ammesso a sostenere tali esami. Inoltre, il piano di studi prevede che nel suo percorso formativo lo studente sviluppi anche ulteriori competenze, la cui articolazione è distribuita nel modo seguente: 10 CFU I anno: - 6 CFU Ulteriori Competenze linguistiche; - 4 CFU Tirocinio formativo e di orientamento interno; Il tirocinio formativo interno è assolto con la frequenza di seminari e di attività specialistiche organizzate per ciascun semestre da un'apposita commissione di docenti che ne pianifica anche la pertinenza al percorso formativo. Il conseguimento dei relativi crediti formativi è subordinato al superamento di una verifica di profitto.

Sbocchi occupazionali:

Aziende e istituzioni di ogni dimensione operanti nei settori industriali e dei servizi di natura sia pubblica che privata; società di consulenza aziendale e di revisione contabile; aziende del settore del credito e del settore assicurativo e relativi organi di vigilanza. Attività di consulenza in proprio (libera professione) o all'interno di società di consulenza in tema di avvio di nuove imprese; redazione di business plan, scelte strategiche (es. marketing, internazionalizzazione), specialisti di gestione e sviluppo del personale e dell'organizzazione del lavoro. Attività di libera professione Dottori commercialisti ed esperti contabili (previo tirocinio ed esame di Stato), Revisori contabili (previo tirocinio ed esame di Stato), Consulenti del lavoro (previo praticantato ed esame di Stato) e Consulenti tributari (per titoli o per esame previa attività lavorativa, da due a cinque anni, nel settore o in altri contigui).

Conoscenze richieste per l'accesso

Si ritengono già in possesso dei requisiti curricolari i laureati in una delle seguenti classi di laurea: L-18 (D.M. 270/04) e 17 (D.M. 509/99) Scienze dell'economia e della gestione aziendale L-33 (D.M. 270/04) e 28 (D.M. 509/99) Scienze economiche Per i laureati di altre classi, per l'ammissione al percorso è necessario avere acquisito una laurea che consenta di conseguire almeno 12 CFU nelle materie economiche (SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/06, SECS-P/12), almeno 30 CFU nelle materie economico-aziendali (SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/09, SECS-P/10, SECS-P/11), almeno 9 CFU nelle discipline giuridiche (IUS/01, IUS/04, IUS/07, IUS/08, IUS/09, IUS/10, IUS/12, IUS/14), e almeno 12 CFU nelle materie statistico-matematiche (SECS-S/01, SECS-S/03, SECS-S/06). La conoscenza della lingua inglese sarà verificata attraverso il superamento di apposito test redatto in collaborazione con il centro linguistico interfacoltà della Kore. Il livello di accesso previsto è B1. La verifica dei requisiti di accesso e della preparazione personale avverrà secondo le modalità definite nel Regolamento didattico del corso di studio, in particolare nel Regolamento del Corso di Studi TAC (Test di accertamento delle competenze).

Caratteristiche della prova finale

Per l'ammissione alla prova finale lo studente, oltre ad avere adempiuto agli altri obblighi concernenti lo status di studente dell'Università degli studi di Enna "Kore", deve aver conseguito tutti i crediti formativi previsti dall'ordinamento didattico per le attività diverse dalla prova finale, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all'Università. La prova finale si basa sulla produzione e discussione di una tesi originale (di seguito "tesi"). La redazione della tesi è assistita da un docente del Corso di Studi, in qualità di relatore. Lo studente sceglie, di norma, l'argomento della tesi sotto la guida del relatore, e in coerenza con gli obiettivi formativi del Corso di Studi. È prevista, inoltre, la partecipazione di almeno un docente correlatore in sede di dissertazione finale avanti alla commissione di laurea magistrale. La tesi può essere redatta anche in lingua inglese.

 

Classe di laurea  LM-77 Scienze economico-aziendali

Denominazione del corso Economia e Direzione delle Imprese

Facoltà di SCIENZE ECONOMICHE E GIURIDICHE

Obiettivi formativi specifici del Corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso mira a favorire lo sviluppo nei laureati di competenze professionali e di ricerca in ambito aziendale su saperi specialistici che approfondiscono e qualificano le conoscenze acquisite nella laurea triennale.Obiettivo specifico del corso è quello di consentire al laureato di acquisire conoscenze e competenze al fine di poter gestire e governare gli istituti aziendali in modo efficace ed efficiente. Il Corso si propone come obiettivo quello di formare laureati provvisti di solide basi teoriche e metodologiche per la direzione o il controllo di gestione di enti ed aziende e rappresenta il naturale proseguimento del percorso di una laurea di primo livello in ambito economico o aziendale ma non preclude la possibilità che si possa accedere anche da altri percorsi formativi colmando le necessarie lacune nei settori caratterizzanti (aziendale, economico, statistico-matematico e giuridico). Il percorso prevede lo studio a un livello approfondito delle discipline economico-aziedali, nonché dell'organizzazione aziendale e delle risorse umane, dell'economia internazionale e dell'economia applicata ai settori produttivi, ulteriormente si prevede lo studio delle scienze matematico-statistiche a supporto delle decisioni aziendali. Completano l'offerta formativa le discipline giuridiche e le attività affini. Durante il primo anno di corso, gli studenti acquisiranno conoscenze teoriche e strumenti operativi attinenti la gestione aziendale in termini generali ed interdisciplinari. In particolare è previsto lo svolgimento di un'attività di tirocinio formativo esterno presso enti pubblici e privati, che si svolge secondo le modalità previste nel regolamento del tirocinio. Nel secondo anno di corso, per permettere agli studenti una maggiore interdisciplinarietà e l'approfondimento di alcune aree d'interesse, saranno inserite nel bouquet di materie a scelta anche insregnamenti previsti presso altri corsi di laurea offerti dall'Ateneo. A tal fine sarà possibile per lo studente scegliere autonomamente tra le discipline selezionate dal Consiglio di Corso di Studi e indicate annualmente in un apposito elenco. Nel caso in cui lo studente desideri approfondire una personale specializzazione in altre aree ha la facoltà di chiedere di essere ammesso a sostenere tali esami. Inoltre, il piano di studi prevede che nel suo percorso formativo lo studente sviluppi anche ulteriori competenze, la cui articolazione è distribuita nel modo seguente: 10 CFU I anno: - 6 CFU Ulteriori Competenze linguistiche; - 4 CFU Tirocinio formativo e di orientamento interno; Il tirocinio formativo interno è assolto con la frequenza di seminari e di attività specialistiche organizzate per ciascun semestre da un'apposita commissione di docenti che ne pianifica anche la pertinenza al percorso formativo. Il conseguimento dei relativi crediti formativi è subordinato al superamento di una verifica di profitto.

Sbocchi occupazionali:

Aziende e istituzioni di ogni dimensione operanti nei settori industriali e dei servizi di natura sia pubblica che privata; società di consulenza aziendale e di revisione contabile; aziende del settore del credito e del settore assicurativo e relativi organi di vigilanza. Attività di consulenza in proprio (libera professione) o all'interno di società di consulenza in tema di avvio di nuove imprese; redazione di business plan, scelte strategiche (es. marketing, internazionalizzazione), specialisti di gestione e sviluppo del personale e dell'organizzazione del lavoro. Attività di libera professione Dottori commercialisti ed esperti contabili (previo tirocinio ed esame di Stato), Revisori contabili (previo tirocinio ed esame di Stato), Consulenti del lavoro (previo praticantato ed esame di Stato) e Consulenti tributari (per titoli o per esame previa attività lavorativa, da due a cinque anni, nel settore o in altri contigui).

Conoscenze richieste per l'accesso

Si ritengono già in possesso dei requisiti curricolari i laureati in una delle seguenti classi di laurea: L-18 (D.M. 270/04) e 17 (D.M. 509/99) Scienze dell'economia e della gestione aziendale L-33 (D.M. 270/04) e 28 (D.M. 509/99) Scienze economiche Per i laureati di altre classi, per l'ammissione al percorso è necessario avere acquisito una laurea che consenta di conseguire almeno 12 CFU nelle materie economiche (SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/06, SECS-P/12), almeno 30 CFU nelle materie economico-aziendali (SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/09, SECS-P/10, SECS-P/11), almeno 9 CFU nelle discipline giuridiche (IUS/01, IUS/04, IUS/07, IUS/08, IUS/09, IUS/10, IUS/12, IUS/14), e almeno 12 CFU nelle materie statistico-matematiche (SECS-S/01, SECS-S/03, SECS-S/06). La conoscenza della lingua inglese sarà verificata attraverso il superamento di apposito test redatto in collaborazione con il centro linguistico interfacoltà della Kore. Il livello di accesso previsto è B1. La verifica dei requisiti di accesso e della preparazione personale avverrà secondo le modalità definite nel Regolamento didattico del corso di studio, in particolare nel Regolamento del Corso di Studi TAC (Test di accertamento delle competenze).

Caratteristiche della prova finale

Per l'ammissione alla prova finale lo studente, oltre ad avere adempiuto agli altri obblighi concernenti lo status di studente dell'Università degli studi di Enna "Kore", deve aver conseguito tutti i crediti formativi previsti dall'ordinamento didattico per le attività diverse dalla prova finale, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all'Università. La prova finale si basa sulla produzione e discussione di una tesi originale (di seguito "tesi"). La redazione della tesi è assistita da un docente del Corso di Studi, in qualità di relatore. Lo studente sceglie, di norma, l'argomento della tesi sotto la guida del relatore, e in coerenza con gli obiettivi formativi del Corso di Studi. È prevista, inoltre, la partecipazione di almeno un docente correlatore in sede di dissertazione finale avanti alla commissione di laurea magistrale. La tesi può essere redatta anche in lingua inglese.

 

Classe di laurea  LM-77 Scienze economico-aziendali

Denominazione del corso Economia e Direzione delle Imprese

Facoltà di SCIENZE ECONOMICHE E GIURIDICHE

Obiettivi formativi specifici del Corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso mira a favorire lo sviluppo nei laureati di competenze professionali e di ricerca in ambito aziendale su saperi specialistici che approfondiscono e qualificano le conoscenze acquisite nella laurea triennale.Obiettivo specifico del corso è quello di consentire al laureato di acquisire conoscenze e competenze al fine di poter gestire e governare gli istituti aziendali in modo efficace ed efficiente. Il Corso si propone come obiettivo quello di formare laureati provvisti di solide basi teoriche e metodologiche per la direzione o il controllo di gestione di enti ed aziende e rappresenta il naturale proseguimento del percorso di una laurea di primo livello in ambito economico o aziendale ma non preclude la possibilità che si possa accedere anche da altri percorsi formativi colmando le necessarie lacune nei settori caratterizzanti (aziendale, economico, statistico-matematico e giuridico). Il percorso prevede lo studio a un livello approfondito delle discipline economico-aziedali, nonché dell'organizzazione aziendale e delle risorse umane, dell'economia internazionale e dell'economia applicata ai settori produttivi, ulteriormente si prevede lo studio delle scienze matematico-statistiche a supporto delle decisioni aziendali. Completano l'offerta formativa le discipline giuridiche e le attività affini. Durante il primo anno di corso, gli studenti acquisiranno conoscenze teoriche e strumenti operativi attinenti la gestione aziendale in termini generali ed interdisciplinari. In particolare è previsto lo svolgimento di un'attività di tirocinio formativo esterno presso enti pubblici e privati, che si svolge secondo le modalità previste nel regolamento del tirocinio. Nel secondo anno di corso, per permettere agli studenti una maggiore interdisciplinarietà e l'approfondimento di alcune aree d'interesse, saranno inserite nel bouquet di materie a scelta anche insregnamenti previsti presso altri corsi di laurea offerti dall'Ateneo. A tal fine sarà possibile per lo studente scegliere autonomamente tra le discipline selezionate dal Consiglio di Corso di Studi e indicate annualmente in un apposito elenco. Nel caso in cui lo studente desideri approfondire una personale specializzazione in altre aree ha la facoltà di chiedere di essere ammesso a sostenere tali esami. Inoltre, il piano di studi prevede che nel suo percorso formativo lo studente sviluppi anche ulteriori competenze, la cui articolazione è distribuita nel modo seguente: 10 CFU I anno: - 6 CFU Ulteriori Competenze linguistiche; - 4 CFU Tirocinio formativo e di orientamento interno; Il tirocinio formativo interno è assolto con la frequenza di seminari e di attività specialistiche organizzate per ciascun semestre da un'apposita commissione di docenti che ne pianifica anche la pertinenza al percorso formativo. Il conseguimento dei relativi crediti formativi è subordinato al superamento di una verifica di profitto.

Sbocchi occupazionali:

Aziende e istituzioni di ogni dimensione operanti nei settori industriali e dei servizi di natura sia pubblica che privata; società di consulenza aziendale e di revisione contabile; aziende del settore del credito e del settore assicurativo e relativi organi di vigilanza. Attività di consulenza in proprio (libera professione) o all'interno di società di consulenza in tema di avvio di nuove imprese; redazione di business plan, scelte strategiche (es. marketing, internazionalizzazione), specialisti di gestione e sviluppo del personale e dell'organizzazione del lavoro. Attività di libera professione Dottori commercialisti ed esperti contabili (previo tirocinio ed esame di Stato), Revisori contabili (previo tirocinio ed esame di Stato), Consulenti del lavoro (previo praticantato ed esame di Stato) e Consulenti tributari (per titoli o per esame previa attività lavorativa, da due a cinque anni, nel settore o in altri contigui).

Conoscenze richieste per l'accesso

Si ritengono già in possesso dei requisiti curricolari i laureati in una delle seguenti classi di laurea: L-18 (D.M. 270/04) e 17 (D.M. 509/99) Scienze dell'economia e della gestione aziendale L-33 (D.M. 270/04) e 28 (D.M. 509/99) Scienze economiche Per i laureati di altre classi, per l'ammissione al percorso è necessario avere acquisito una laurea che consenta di conseguire almeno 12 CFU nelle materie economiche (SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/06, SECS-P/12), almeno 30 CFU nelle materie economico-aziendali (SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/09, SECS-P/10, SECS-P/11), almeno 9 CFU nelle discipline giuridiche (IUS/01, IUS/04, IUS/07, IUS/08, IUS/09, IUS/10, IUS/12, IUS/14), e almeno 12 CFU nelle materie statistico-matematiche (SECS-S/01, SECS-S/03, SECS-S/06). La conoscenza della lingua inglese sarà verificata attraverso il superamento di apposito test redatto in collaborazione con il centro linguistico interfacoltà della Kore. Il livello di accesso previsto è B1. La verifica dei requisiti di accesso e della preparazione personale avverrà secondo le modalità definite nel Regolamento didattico del corso di studio, in particolare nel Regolamento del Corso di Studi TAC (Test di accertamento delle competenze).

Caratteristiche della prova finale

Per l'ammissione alla prova finale lo studente, oltre ad avere adempiuto agli altri obblighi concernenti lo status di studente dell'Università degli studi di Enna "Kore", deve aver conseguito tutti i crediti formativi previsti dall'ordinamento didattico per le attività diverse dalla prova finale, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all'Università. La prova finale si basa sulla produzione e discussione di una tesi originale (di seguito "tesi"). La redazione della tesi è assistita da un docente del Corso di Studi, in qualità di relatore. Lo studente sceglie, di norma, l'argomento della tesi sotto la guida del relatore, e in coerenza con gli obiettivi formativi del Corso di Studi. È prevista, inoltre, la partecipazione di almeno un docente correlatore in sede di dissertazione finale avanti alla commissione di laurea magistrale. La tesi può essere redatta anche in lingua inglese.

 

Classe di laurea  LM-77 Scienze economico-aziendali

Denominazione del corso Economia e Direzione delle Imprese

Facoltà di SCIENZE ECONOMICHE E GIURIDICHE

Obiettivi formativi specifici del Corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso mira a favorire lo sviluppo nei laureati di competenze professionali e di ricerca in ambito aziendale su saperi specialistici che approfondiscono e qualificano le conoscenze acquisite nella laurea triennale.Obiettivo specifico del corso è quello di consentire al laureato di acquisire conoscenze e competenze al fine di poter gestire e governare gli istituti aziendali in modo efficace ed efficiente. Il Corso si propone come obiettivo quello di formare laureati provvisti di solide basi teoriche e metodologiche per la direzione o il controllo di gestione di enti ed aziende e rappresenta il naturale proseguimento del percorso di una laurea di primo livello in ambito economico o aziendale ma non preclude la possibilità che si possa accedere anche da altri percorsi formativi colmando le necessarie lacune nei settori caratterizzanti (aziendale, economico, statistico-matematico e giuridico). Il percorso prevede lo studio a un livello approfondito delle discipline economico-aziedali, nonché dell'organizzazione aziendale e delle risorse umane, dell'economia internazionale e dell'economia applicata ai settori produttivi, ulteriormente si prevede lo studio delle scienze matematico-statistiche a supporto delle decisioni aziendali. Completano l'offerta formativa le discipline giuridiche e le attività affini. Durante il primo anno di corso, gli studenti acquisiranno conoscenze teoriche e strumenti operativi attinenti la gestione aziendale in termini generali ed interdisciplinari. In particolare è previsto lo svolgimento di un'attività di tirocinio formativo esterno presso enti pubblici e privati, che si svolge secondo le modalità previste nel regolamento del tirocinio. Nel secondo anno di corso, per permettere agli studenti una maggiore interdisciplinarietà e l'approfondimento di alcune aree d'interesse, saranno inserite nel bouquet di materie a scelta anche insregnamenti previsti presso altri corsi di laurea offerti dall'Ateneo. A tal fine sarà possibile per lo studente scegliere autonomamente tra le discipline selezionate dal Consiglio di Corso di Studi e indicate annualmente in un apposito elenco. Nel caso in cui lo studente desideri approfondire una personale specializzazione in altre aree ha la facoltà di chiedere di essere ammesso a sostenere tali esami. Inoltre, il piano di studi prevede che nel suo percorso formativo lo studente sviluppi anche ulteriori competenze, la cui articolazione è distribuita nel modo seguente: 10 CFU I anno: - 6 CFU Ulteriori Competenze linguistiche; - 4 CFU Tirocinio formativo e di orientamento interno; Il tirocinio formativo interno è assolto con la frequenza di seminari e di attività specialistiche organizzate per ciascun semestre da un'apposita commissione di docenti che ne pianifica anche la pertinenza al percorso formativo. Il conseguimento dei relativi crediti formativi è subordinato al superamento di una verifica di profitto.

Sbocchi occupazionali:

Aziende e istituzioni di ogni dimensione operanti nei settori industriali e dei servizi di natura sia pubblica che privata; società di consulenza aziendale e di revisione contabile; aziende del settore del credito e del settore assicurativo e relativi organi di vigilanza. Attività di consulenza in proprio (libera professione) o all'interno di società di consulenza in tema di avvio di nuove imprese; redazione di business plan, scelte strategiche (es. marketing, internazionalizzazione), specialisti di gestione e sviluppo del personale e dell'organizzazione del lavoro. Attività di libera professione Dottori commercialisti ed esperti contabili (previo tirocinio ed esame di Stato), Revisori contabili (previo tirocinio ed esame di Stato), Consulenti del lavoro (previo praticantato ed esame di Stato) e Consulenti tributari (per titoli o per esame previa attività lavorativa, da due a cinque anni, nel settore o in altri contigui).

Conoscenze richieste per l'accesso

Si ritengono già in possesso dei requisiti curricolari i laureati in una delle seguenti classi di laurea: L-18 (D.M. 270/04) e 17 (D.M. 509/99) Scienze dell'economia e della gestione aziendale L-33 (D.M. 270/04) e 28 (D.M. 509/99) Scienze economiche Per i laureati di altre classi, per l'ammissione al percorso è necessario avere acquisito una laurea che consenta di conseguire almeno 12 CFU nelle materie economiche (SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/06, SECS-P/12), almeno 30 CFU nelle materie economico-aziendali (SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/09, SECS-P/10, SECS-P/11), almeno 9 CFU nelle discipline giuridiche (IUS/01, IUS/04, IUS/07, IUS/08, IUS/09, IUS/10, IUS/12, IUS/14), e almeno 12 CFU nelle materie statistico-matematiche (SECS-S/01, SECS-S/03, SECS-S/06). La conoscenza della lingua inglese sarà verificata attraverso il superamento di apposito test redatto in collaborazione con il centro linguistico interfacoltà della Kore. Il livello di accesso previsto è B1. La verifica dei requisiti di accesso e della preparazione personale avverrà secondo le modalità definite nel Regolamento didattico del corso di studio, in particolare nel Regolamento del Corso di Studi TAC (Test di accertamento delle competenze).

Caratteristiche della prova finale

Per l'ammissione alla prova finale lo studente, oltre ad avere adempiuto agli altri obblighi concernenti lo status di studente dell'Università degli studi di Enna "Kore", deve aver conseguito tutti i crediti formativi previsti dall'ordinamento didattico per le attività diverse dalla prova finale, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all'Università. La prova finale si basa sulla produzione e discussione di una tesi originale (di seguito "tesi"). La redazione della tesi è assistita da un docente del Corso di Studi, in qualità di relatore. Lo studente sceglie, di norma, l'argomento della tesi sotto la guida del relatore, e in coerenza con gli obiettivi formativi del Corso di Studi. È prevista, inoltre, la partecipazione di almeno un docente correlatore in sede di dissertazione finale avanti alla commissione di laurea magistrale. La tesi può essere redatta anche in lingua inglese.

 

Contatti

Università degli Studi di Enna "Kore" - Cittadella Universitaria 94100 Enna info@unikorestudent.it

Numeri utili >>

I nostri uffici sono aperti con orario continuato:

Da lunedì a venerdì 8:30 - 18:00
Sabato 8:30 - 13:00

Follow us

Seguici sui canali ufficiali dell'Università, rimarrai aggiornato in tempo reale sul mondo Kore
Su Facebook, Twitter e gli RSS feeds.