Informazioni

Descrizione e obiettivi del corso

La ricerca del benessere, in senso olistico, rappresenta un principio cardine dello sviluppo socioeconomico dei paesi più all’avanguardia sul tema del welfare, in quanto la stessa è ritenuta elemento imprescindibile per la valorizzazione della società a tutti i suoi livelli. L’obiettivo del dottorato è quindi quello di formare ricercatori che dovranno acquisire competenze atte a supportare lo sviluppo di stili di vita sani e sostenibili, con lo scopo di ridurre il negativo impatto sociale ed economico derivante dal conclamato declino della qualità di vita. In tal senso, il percorso proposto è di natura multidisciplinare e si fonda su un approccio intersettoriale che coinvolge le scienze del movimento e dello sport, le scienze psicologiche e le scienze sociali.

Durante il percorso di dottorato, gli studenti dovranno apprendere i principi metodologici necessari per lo sviluppo di ricerche innovative che operano sul complesso e multifattoriale tema del wellbeing, esplorandone le possibili ricadute applicative in tutti i comuni contesti di vita (e di apprendimento) formali, non formali e informali, nella pianificazione e uso degli ambienti e spazi, pubblici e privati, sugli stili di vita che caratterizzano la nostra società e con uno sguardo rivolto ai nuovi scenari.

Più nel dettaglio, i ricercatori dovranno:

1) conoscere le principali teorie e i più significativi modelli scientifici per la rappresentazione del benessere nelle aree motorio-sportive, psicologiche, sociologiche;

2) saper sviluppare progetti di ricerca in grado di competere nell’ambito di misure di finanziamento nazionale (es. PRIN, FIRB) e internazionale (es., Marie Curie, Horizon 2020);

3) saper progettare e gestire interventi formativi a carattere, cognitivo, motorio e sportivo e sociale, compresi programmi di training di potenziamento neurocognitivo, all’interno delle varie istituzioni scolastiche ed extra-scolastiche;

4) saper valutare l’impatto di iniziative vocate alla promozione di stili di vita attivi a valere sui domini, psicologici, motorio-sportivi, socio-relazionale ed affettivi;

5) essere in grado di fornire contributi significativi volti a promuovere le specificità del wellbeing in relazione alla progettazione di ambienti e contesti vocati alla loro valorizzazione. Un aggiornato processo progettuale suggerisce, oggi, la realizzazione di complessi destinati a racchiudere, in modo circolare, tutte le funzioni legate alle specificità del wellbeing, declinato quale benessere psicofisico in rapporto allo spazio architettonico.

6) saper promuovere l’individuazione di pattern ispirati al principio della Promozione della salute, con particolare riferimento alle relative ricadute sugli stili e sulla qualità di vita, personale e lavorativa, e alla valutazione dei connessi livelli di rischio. Significativi in tal senso anche gli approcci della medicina traslazionale;

7) conoscere la metodologia e la tecnica della ricerca sociale, gli aspetti tecnici e metodologici del Professional Social Work, per valutare, nell’ambito dei relativi aspetti professionali, le ricadute del nuovo “Patto per la salute” nei contesti socio-culturali generali e negli ambiti applicativi della sociologia della devianza;

8) essere in grado di gestire e promuovere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) promossi dall’ONU con l’Agenda 2030 e in particolare l’Obiettivo 4: Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti.

Contatti

Università degli Studi di Enna "Kore" - Cittadella Universitaria 94100 Enna info@unikorestudent.it

Numeri utili >>

I nostri uffici sono aperti con orario continuato:

Da lunedì a venerdì 8:30 - 18:00
Sabato 8:30 - 13:00

Follow us

Seguici sui canali ufficiali dell'Università, rimarrai aggiornato in tempo reale sul mondo Kore
Su Facebook, Twitter e gli RSS feeds.