SKAI - Centro Studi Kore sul Costituzionalismo Arabo e Islamico

4.jpg

Presentazione

Il secondo decennio del XXI secolo si apre all’insegna di una nuova centralità dell’area mediterranea. Ancora una volta, in questa regione si confrontano le principali strategie geopolitiche del dopo-guerra fredda, alla ricerca di un nuovo equilibrio nei rapporti Est/Ovest e Nord/Sud, ma al tempo stesso emergono nuove domande di libertà e di progresso, non solo in forma di rivendicazione sociale, ma anche in forma di affermazione di vie diverse allo sviluppo e allo stato di diritto, non riducibili agli schemi euro-statunitensi, anche se non necessariamente in conflitto con questi.

 

La Kore è l’Università italiana più vicina, non solo dal punto di vista geografico, al Nord Africa e al Medio Oriente e ha un’originaria vocazione alla comparazione politica e giuridica e al dialogo interculturale tra il Sud e il Nord del Mediterraneo, tra l’Europa e il mondo arabo-islamico, tra la cultura anglo-americana e quella euro-mediterranea. Nel suo Statuto di autonomia, all’art. 3, leggiamo: «L’UKE è istituita con lo scopo di rendere effettivi e concreti la cooperazione internazionale e il rapporto tra le storie, le culture, il patrimonio scientifico delle diverse sponde del bacino del Mediterraneo, da una parte, e la ricerca e la formazione universitaria, dall’altra. In particolare, all’UKE è   assegnato il compito di implementare questo rapporto e di finalizzarlo allo sviluppo sociale, economico e scientifico dei singoli cittadini e delle popolazioni». Su queste basi nasce SKAI / CENTRO STUDI KORE SUL COSTITUZIONALISMO ARABO E ISLAMICO. Il Centro intende essere un luogo di coordinamento di ricerche tese soprattutto alla comparazione giuridica e politica, ponendo particolare attenzione allo sviluppo delle dinamiche costituzionali nei Paesi di tutto il Nord-Africa e del Medio-Oriente, sia pre-esistenti che successive agli avvenimenti della cosiddetta Primavera Araba. Lo studio comparato, da svolgersi in chiave tanto sincronica che diacronica, dei sistemi politici e giuridici sarà finalizzato alla costruzione di nuovi modelli di governance globale per la diffusione della democrazia costituzionale, in un rapporto interattivo con le tradizioni culturali, politiche e religiose di ciascun Paese, e in uno spirito costruttivo e aperto al confronto. SKAI suona, non a caso, come “cielo”: si fa riferimento al cielo che sovrasta il Mediterraneo, questo “piccolo mare” nel quale si “specchia” l’intera storia della civiltà.

 

I percorsi di ricerca attivati nell’ambito del Centro Studi avranno carattere interdisciplinare e saranno basati sulla collaborazione continua con altre Università, Centri Studi, Enti pubblici e Privati e Istituzioni varie, governative e non, ubicati nel bacino del Mediterraneo.

 

Le ricerche saranno, altresì, volte all’individuazione di possibili percorsi legislativi e istituzionali, ai vari livelli di governo, per la gestione della società multi-etnica, nel contesto italiano. Per questo, particolare attenzione sarà riservata ai problemi giuridici connessi al fenomeno migratorio e alla stabilizzazione delle comunità di immigrati in Italia.

 

Tra i risultati attesi, sul versante scientifico, un posto di primo piano spetta alla comparabilità del diritto euro-americano e il diritto islamico, con particolare riferimento alle esperienze giuspubblicistiche. Tale comparabilità rappresenta, sul piano metodologico, la premessa per un’attività di ricerca, di svilupparsi sempre all’interno del Centro, volta a sostenere l’unitarietà dell’esperienza giuridica e, in particolare, dell’esperienza della costruzione dello “spazio pubblico”, ferme restando le differenze dovute alle diverse tradizioni culturali, religiose e civili. In questo senso, la comparazione Islam e Occidente, sul piano giuspubblicistico, non può non incorporare una ricerca sulla crisi del modello stato-centrico e sull’emergere di istanze di tipo comunitari stico, in passato ritenute estranee alla cultura occidentale, e che oggi invece godono di numerosi riconoscimenti, sia sul piano legislativo sia sul piano giurisprudenziale (oltre che dottrinale). L’attività del Centro, in questo senso, è animata dalla fiducia nella possibilità che, attraverso l’analisi comparata dei sistemi, si possa contribuire alla circolazione dei modelli e delle esperienze giuridiche, contribuendo, per questa via, al dialogo tra le diverse culture e alla crescita di una comune cultura dei diritti e della solidarietà.

Contatti

Università degli Studi di Enna "Kore" - Cittadella Universitaria 94100 Enna info@unikorestudent.it

Numeri utili >>

I nostri uffici sono aperti con orario continuato:

Da lunedì a venerdì 8:30 - 18:00
Sabato 8:30 - 13:00

Follow us

Seguici sui canali ufficiali dell'Università, rimarrai aggiornato in tempo reale sul mondo Kore
Su Facebook, Twitter e gli RSS feeds.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza e offrire servizi in linea con le preferenze degli utenti. Chiudendo questo banner si acconsente all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni