Scienze e tecniche psicologiche Il Corso

Home Didattica Corsi di Laurea triennali e Magistrali Scienze e tecniche psicologiche (Scienze e tecniche psicologiche) Il Corso

Presentazione

Il corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche dell’Università di Enna ha una consolidata fama di prestigio e di serietà.

Esso prepara alla formazione di tecnici in grado di svolgere attività professionali libere e pubbliche nell’ambito della valutazione psicometrica, della gestione delle risorse umane, della prevenzione del disagio e della formazione, della comunicazione e della pubblicità.

L’Università di Enna attiva e cura direttamente e gratuitamente la formazione pratica e l’attività di tirocinio che, grazie alla collaborazione dell’Ordine degli Psicologi, è utile per l’iscrizione all’Albo professionale. Nell’ambito del corso di laurea sono attivati numerosi laboratori di psicologia per i diversi aspetti di volta in volta coinvolti nella formazione.

La stessa Università cura inoltre il placement per le attività di tirocinio presso aziende e servizi pubblici e privati e per le attività di stage. I laureati triennali possono iscriversi alla sezione B dell’Albo degli Psicologi, mentre per accedere alla sezione A è necessario il conseguimento della laurea specialistica, con ulteriori due anni di studi.

La laurea specialistica è conseguibile nella stessa Università di Enna in due indirizzi: clinico applicativo e clinico criminologico.

Gli studenti che intendono immatricolarsi al primo anno non devono sostenere il test selettivo. Dopo l’iscrizione, è prevista una verifica obbligatoria delle competenze in ingresso finalizzata a colmare eventuali debiti formativi iniziali, con appositi corsi gratuiti organizzati dall’Ateneo.

Obiettivi formativi specifici

All’interno degli obiettivi generali previsti per la classe, il corso di laurea attiverà percorsi formativi finalizzati allo sviluppo di conoscenze e competenze di base negli ambiti della psicologia, con riferimento ai fondamenti storici e metodologici, alla psicobiologia, alla psicologia dello sviluppo e della formazione, alla psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni, alla psicologia dinamica e clinica.

Per tutti i settori formativi previsti nei curriculi ampio spazio verrà dato agli aspetti metodologici, agli strumenti di indagine psicologica e alle tecniche dei test psicometrici. Verranno altresì approfondite aree interdisciplinari utili per la più completa formazione del laureato in scienze e tecniche psicologiche, quali:

  • fondamenti anatomici e fisiologici delle attività fisiche;
  • informatica e sistemi di elaborazione delle informazioni;
  • discipline pedagogiche;
  • discipline sociologiche.

Particolare attenzione verrà attribuita alla lingua inglese scientifica e ai sistemi di elaborazione delle informazioni utili per le applicazioni psicologiche. Queste competenze verranno acquisite mediante attività formative di tipo tradizionale ma anche attraverso laboratori, seminari specialistici, e per le aree disciplinari professionalizzanti – pratica guidata in Enti e Istituzioni in cui lo psicologo svolge il proprio lavoro. Sono state attivate a tal fine numerose convenzioni con Istituzioni pubbliche, servizi per il counseling scolastico e di orientamento, aziende operanti nei diversi ambiti di occupazione degli psicologi.

L’obiettivo specifico è formare un laureato in scienze e tecniche psicologiche con solide basi teoriche e metodologiche ma anche consapevole, sulla base dell’esperienza diretta, delle componenti applicative della propria disciplina in linea con quanto previsto dai due profili professionali definiti nell’albo B.

L’allineamento del curriculum ai criteri di Europsy offre un’ulteriore possibilità al laureato in Scienze e Tecniche di ampliare la propria preparazione o di esprimere la propria professionalità in quei Paesi europei che hanno adottato il medesimo standard, azzerando le difficoltà del riconoscimento del titolo.

Sbocchi professionali

Il laureato in Scienze e tecniche psicologiche può operare in differenti contesti professionali come i servizi sociosanitari e assistenziali, quelli relativi alle organizzazioni scolastico-educative e per lo sviluppo del territorio, in contesti sia pubblici che privati; un altro ambito di inserimento professionale per il laureato in Scienze e tecniche psicologiche riguarda quello formativo ed esperienziale relativo alla promozione della salute individuale e della comunità, sotto la supervisione di specifiche figure professionali formate in ambito clinico.

Ad esempio, i servizi di neuropsichiatria infantile (NPI) e i servizi psicologici; le strutture residenziali e semiresidenziali per il trattamento del disagio psichico, delle dipendenze patologiche, dell’assistenza ai disabili; le comunità per il disagio minorile, le reti dei servizi del privato-sociale e i centri di accoglienza per famiglie; i centri di fecondazione assistita, i reparti pediatrici, le strutture educativo-scolastiche; i consultori materno-infantili, adolescenziali e familiari.

Il laureato in Scienze e Tecniche professionale col curriculum Europsy può trovare sbocchi professionali anche in quegli stati della UE dove Europsy è riconosciuto come standard di formazione accademica e training professionale certificando le competenze per fornire prestazioni psicologiche.

Requisiti di ammissione

È necessario il possesso del diploma di maturità conseguito a seguito di un percorso di studi di durata almeno quinquennale. È tuttavia possibile accedere, ai sensi della nota ministeriale 1256 del 22 maggio 2003, anche con la maturità conseguita a seguito di un percorso di studi quadriennale: in questo caso i debiti formativi stabiliti dall’Università dovranno essere recuperati entro il primo anno di Corso.

La richiesta individuale di immatricolazione è acquisita dall’Università di Enna esclusivamente secondo l’ordine cronologico di effettiva presentazione della domanda fino al raggiungimento del numero massimo di posti disponibili.

Prove di accesso

Non sono previste prove di accesso.

Tutti gli studenti che abbiano ottenuto l’immatricolazione devono successivamente sottoporsi ad un test di valutazione delle condizioni di ingresso, nei giorni che saranno resi pubblici. Tale valutazione non ha finalità né di selezione né di esclusione. L’eventuale risultato negativo non pregiudica l’ammissione al Corso di studi ma, tuttavia, può comportare l’attribuzione di debiti formativi da colmare entro il primo anno di Corso.

Qualità del corso:
Opinioni studenti e Questionari

L’Ateneo acquisisce periodicamente, in forma anonima, le opinioni degli studenti frequentanti sulle attività didattiche.

Link utili