Dipartimento di Scienze dell’uomo e della società Psicologia clinica (indirizzi: clinico, criminologico) Psicologia dello sviluppo tipico e atipico M-PSI/04 (9 CFU) – (Psicologia clinica) PDS 2023-2024 – I anno – indirizzo Psicologia dell’intervento clinico

Home Didattica Corsi di Laurea triennali e Magistrali Psicologia clinica (indirizzi: clinico, criminologico) (Psicologia) Frequentare il corso (Psicologia clinica) PDS 2023-2024 Psicologia dello sviluppo tipico e atipico M-PSI/04 (9 CFU) – (Psicologia clinica) PDS 2023-2024 – I anno – indirizzo Psicologia dell’intervento clinico
Insegnamento Psicologia dello sviluppo tipico e atipico
CFU 9
Settore Scientifico Disciplinare M-PSI/04
Metodologia didattica

In aggiunta alle lezioni frontali, verranno effettuate esercitazioni di gruppo, simulazioni, lavori di gruppo, e analisi di casi.

La modalità di frequenza dell’insegnamento è facoltativa (ovvero consigliata).

Nr. ore di aula 54
Nr. ore di studio autonomo 171
Mutuazione no
Annualità I
Periodo di svolgimento I semestre
Docente Ruolo SSD docente
Monica Pellerone Professore Associato M-PSI/04
* PO (professore ordinario), PA (professore associato), RTD (ricercatore a tempo determinato), RU (Ricercatore a tempo indeterminato), DC (Docente a contratto).
Propedeuticità Nessuna
Prerequisiti Le conoscenze preliminari necessarie per affrontare adeguatamente i contenuti previsti dall’insegnamento sono relative alla psicologia dello sviluppo tipico dall’infanzia all’adolescenza.
Sede delle lezioni Plesso D - Unikore
Orario delle lezioni

L’orario delle lezioni sarà pubblicato sulla pagina web del corso di laurea:

https://gestioneaule.unikore.it/agendaweb_unikore/index.php?view=easycourse&_lang=it

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di offrire una panoramica delle principali prospettive teoriche ed esperienziali, che caratterizzano la psicologia dello sviluppo tipico e atipico, con particolare riferimento all’infanzia e all’adolescenza. Ulteriore scopo dell’insegnamento è che i partecipanti comprendano i profondi mutamenti che contraddistinguono la fase adolescenziale in quanto caratterizzata da opportunità uniche di sviluppo, fornendo alcune modalità comunicative efficaci al fine di rispettare il bisogno di autonomia e di sperimentazione dei soggetti adolescenti.

Contenuti del Programma

Il programma dell’insegnamento prevede la presentazione e trattazione dei seguenti argomenti: lo sviluppo fisico e cerebrale, percettivo, motorio e cognitivo tipico e atipico; lo sviluppo della memoria, comunicativo, linguistico tipico ed atipico; lo sviluppo emotivo e socio-relazionale tipico e atipico. Ulteriore oggetto di studio sarà la valutazione e gli interventi psicologici nell’ambito dello sviluppo atipico e l’uso del colloquio motivazionale in adolescenza.

 

Risultati di apprendimento (descrittori di Dublino)

I risultati di apprendimento attesi sono definiti secondo i parametri europei descritti dai cinque descrittori di Dublino.

  1. Conoscenza e capacità di comprensione: Conoscere i processi evolutivi alla base sia di percorsi tipici, e quindi adattivi, che di quelli atipici, e quindi non adattivi. Conoscere e comprendere le principali metodologie volte alla prevenzione del disagio emotivo-affettivo e socio-relazionale in adolescenza.
  2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate: Capacità di applicare modelli di intervento, fondati su un programma di azione, che parta dalle conoscenze di base sull’argomento e si adatti alle esigenze del caso specifico con particolare attenzione alla fase adolescenziale.
  3. Autonomia di giudizio: Capacità di problematizzare, mediante autonomia di giudizio, i principali fenomeni connessi al disagio socio-educativo, emotivo-affettivo e relazionale dall’infanzia all’adolescenza.
  4. Abilità comunicative: Capacità di tradurre in un progetto di intervento le conoscenze acquisite, all’interno di una equipe.
  5. Capacità di apprendere: Acquisizione di conoscenze teoriche ed applicative necessarie per affrontare le principali problematiche cognitive, emotivo-affettive e relazionali durante l’infanzia e l’adolescenza, affinché lo studente sappia, al termine dell’insegnamento, proseguire autonomamente nello studio.
Testi per lo studio della disciplina

Barone L. (2021), a cura di, Manuale di Psicologia dello sviluppo. Carocci Editore

Naar-King, S., & Suarez, M. (2014). Il colloquio motivazionale con gli adolescenti. Edizioni Centro

Studi Erickson.

Metodi e strumenti per la didattica

In aggiunta alle lezioni frontali, verranno effettuate esercitazioni di gruppo, simulazioni, lavori di gruppo, e analisi di casi.

La modalità di frequenza dell’insegnamento è facoltativa (ovvero consigliata).

Modalità di accertamento delle competenze

L’ accertamento delle competenze avverrà mediante colloquio orale, volto a rilevare la conoscenza degli argomenti e dei contenuti del programma, identificati negli argomenti oggetto di lezione frontale e con riferimento ai testi adottati.

Il colloquio sarà, inoltre, finalizzato a verificare: la capacità di definire e discutere gli argomenti di esame in forma corretta e organica, utilizzando un linguaggio specifico e appropriato per la disciplina, e l’autonomia di giudizio che si esplica mediante l’analisi e la discussione di casi-studio proposti dal docente.

La valutazione è espressa in trentesimi, il voto minimo è 18/30 e il voto massimo è 30/30. Al voto massimo può essere aggiunta la “lode” (30 e lode).

Date di esame

Le date di esami saranno pubblicate sulla pagina web del corso di laurea: https://gestioneaule.unikore.it/agendaweb_unikore/index.php?view=easytest&_lang=it

Modalità e orario di ricevimento

Gli orari di ricevimento sono pubblicati nella sezione Curriculum e Ricevimento della pagina personale del docente.

https://unikore.it/cdl/psicologia-indirizzi-clinico-criminologico/persone-e-regolamenti/monica-pellerone/

Indietro