Dipartimento di Scienze dell’uomo e della società Psicologia clinica (indirizzi: clinico, criminologico) Processi evolutivi e personalità antisociale M-PSI/04 (8 CFU) – (Psicologia clinica) PDS 2023-2024 – II anno – indirizzo Psicologia criminologica

Home Didattica Corsi di Laurea triennali e Magistrali Psicologia clinica (indirizzi: clinico, criminologico) (Psicologia) Frequentare il corso (Psicologia clinica) PDS 2023-2024 Processi evolutivi e personalità antisociale M-PSI/04 (8 CFU) – (Psicologia clinica) PDS 2023-2024 – II anno – indirizzo Psicologia criminologica
Insegnamento Processi evolutivi e personalità antisociale
CFU 8
Settore Scientifico Disciplinare M-PSI/04
Metodologia didattica

Lezioni frontali

Nr. ore di aula 48
Nr. ore di studio autonomo 152
Mutuazione no
Annualità II
Periodo di svolgimento II semestre
Docente Ruolo SSD docente
Pace Ugo PO M-PSI/04
* PO (professore ordinario), PA (professore associato), RTD (ricercatore a tempo determinato), RU (Ricercatore a tempo indeterminato), DC (Docente a contratto).
Propedeuticità Nessuna
Prerequisiti Non sono richieste conoscenze preliminari
Sede delle lezioni Plesso D - Unikore
Orario delle lezioni

https://gestioneaule.unikore.it/agendaweb_unikore/index.php?view=easytest&_lang=it

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di far acquisire agli studenti e alle studentesse la capacità di identificare i principali fattori di rischio evolutivo per l’insorgenza di condotte problematiche esternalizzanti, comportamenti violenti e devianti, con particolare attenzione al ruolo svolto dai tratti disadattivi di personalità, dalle relazioni di attaccamento disfunzionali e dai contesti di sviluppo caratterizzati da elevato rischio psicosociale.

Contenuti del Programma
  1. Lo sviluppo della Personalità;
  2. I disturbi di Personalità nell’arco di vita;
  3. Lo Sviluppo antisociale;
  4. Esercitazione pratica guidata: individuare i fattori evolutivi connessi ai disturbi di personalità;
  5. L’organizzazione nevrotica di Personalità;
  6. I disturbi di personalità associati ai comportamenti devianti;
  7. Esercitazione pratica guidata su casi clinici: Basi neuroscientifiche dei comportamenti devianti in adolescenza;
  8. La mente relazionale;
  9. Metallizzazione e violenza;
  10. Il bullismo: modelli e forme.
  11. Esercitazione: disturbi esternalizzanti e processi evolutivi atipici nel ciclo di vita
  12. La valutazione dell’adolescente autore di reato: Casi clinici
  13. Il disturbo antisociale di personalità in adolescenza: Casi clinici
Risultati di apprendimento (descrittori di Dublino)

Alla fine dell’insegnamento gli studenti dovranno aver conseguito le seguenti abilità, conoscenze e competenze:

Conoscenza e capacità di comprensione: conoscenza e capacità di comprensione dei fattori di rischio intrapersonali, relazionali e sociali che concorrono, durante l’infanzia e l’adolescenza, a determinare uno sviluppo antisociale.

Conoscenza e capacità di comprensione applicate: capacità di applicare le conoscenze acquisite nella risoluzione di problemi anamnestici e diagnostici connessi allo sviluppo antisociale nell’ambito della psicologia evolutiva, clinica, giuridica e criminologica.

Autonomia di giudizio: capacità di integrare in modo autonomo le conoscenze sulla base delle informazioni relative ai processi evolutivi connessi alle condotte antisociali, inclusa la riflessione sulle responsabilità sociali ed etiche collegata all’applicazione delle proprie conoscenze e giudizi.

Abilità comunicative: capacità di comunicare e discutere in modo chiaro le conoscenze, i modelli concettuali di riferimento e le conclusioni derivanti dalle informazioni connesse a percorsi di sviluppo antisociale.

Capacità di apprendere: capacità di elaborare e approfondire, anche in modo autonomo attraverso lo studio di contributi teorici e empirici, i processi evolutivi connessi allo sviluppo antisociale.

Testi per lo studio della disciplina
  • Kernberg, P., Weiner, A., Bardenstein, K. (2001). I Disturbi di Personalità nei Bambini e negli Adolescenti. Fioriti Editore

Sabatello, U. (2010). Lo Sviluppo Antisociale: dal Bambino al Giovane Adulto. Cortina Editore

Metodi e strumenti per la didattica

Il docente utilizzerà:

  1. a) lezioni frontali;
  2. b) approfondimenti tematici proposti agli e dagli studenti
  3. c) organizzazione in piccoli gruppi per discutere, analizzare e riportare in aula i risultati raggiunti attraverso l’utilizzo di “case studies” e/o articoli scientifici.

 

La frequenza dell’insegnamento è facoltativa, ma consigliata.

Modalità di accertamento delle competenze

L’accertamento delle competenze avverrà attraverso una prova orale. La prova orale è costituita da un colloquio individuale, volto ad accertare la conoscenza degli argomenti e dei contenuti del programma, identificati negli argomenti oggetto di lezione frontale e con riferimento ai testi adottati. La prova di esame viene superata se lo studente dimostra sufficiente capacità di definire e discutere gli argomenti di esame in forma corretta e organica, utilizzando un linguaggio specifico e appropriato per la disciplina, e sufficiente capacità di elaborare e integrare le conoscenze acquisite ai fini dell’osservazione e della valutazione dei fattori evolutivi connessi alle condotte devianti e antisociali in ambito psicoeducativo, giuridico-forense e di ricerca.

Date di esame

Le date di esami saranno pubblicate sulla pagina web del corso di laurea.

https://gestioneaule.unikore.it/agendaweb_unikore/index.php?view=easytest&_lang=it

Modalità e orario di ricevimento

Gli orari di ricevimento sono pubblicati sulla pagina personale del docente.

https://unikore.it/cdl/psicologia-indirizzi-clinico-criminologico/persone-e-regolamenti/ugo-pace/

Indietro