Inclusione sociale nei contesti multiculturali

Informazioni

Denominazione del corso
Inclusione sociale nei contesti multiculturali

Anno
2018

Ciclo
XXXIV

Data presunta di inizio del corso
01/11/2018

Durata prevista
3 ANNI

Sede amministrativa
UKE – Università Kore di ENNA

Struttura proponente
Interfacoltà Studi Classici, Linguistici e della Formazione e Scienze dell’Uomo e della Società

Indicare i settori scientifico disciplinari coerenti con gli obiettivi formativi del corso

Il dottorato di ricerca intende fornire le competenze necessarie per esercitare attività di ricerca di alta qualificazione presso soggetti pubblici e privati, contribuendo al dibattito scientifico a partire da prospettive interdisciplinari per l’elaborazione di paradigmi teorici e di modelli applicativi per favorire l’inclusione sociale e le pari opportunità in contesti a forte tendenza multiculturale.Più nello specifico, si propone di formare i dottorandi fornendo loro conoscenze teoriche, metodologiche e pratiche per poter impostare e sviluppare un rigoroso progetto di ricerca scientifica sui modelli e pratiche dell’inclusione sociale, ovvero, in prospettiva interdisciplinare, si intende riservare particolare attenzione alle problematiche che le organizzazioni complesse ( enti, aziende e istituzioni pubbliche nel settore pubblico e privato) sono chiamate a fronteggiare nel nuovo scenario internazionale, caratterizzato da profonde trasformazioni socioculturali, economiche, politiche e geopolitiche.I dottorandi saranno altresì coinvolti in ricerche finalizzate alla raccolta, allo studio e all’analisi di “buone pratiche” di integrazione nei contesti socio-educativi anche in ottica comparatistica nazionale e transnazionale, tenendo conto dell’impatto che i nuovi e massicci flussi migratori producono sul territorio ed il relativo tessuto socio-economico, politico e culturale.

Gli sbocchi occupazionali e professionali che il dottorato si propone di raggiungere per i suoi studenti si riferiscono a quelle posizioni – presso università, enti pubblici, soggetti privati e del terzo settore – in cui siano richieste figure di studiosi e di professionisti di elevata qualità scientifica, nelle scienze sociali, psicologiche, pedagogiche, linguistico-letterarie. Il dottorato intende formare professionisti in grado di applicare le diverse conoscenze acquisite durante il programma didattico, ed in particolare le capacità di integrare ricerca teorica di base con quella empirica applicata, metodologie qualitative e quantitative, ad un ampio spettro di sbocchi, sia in Italia che all’estero, tra cui: la carriera universitaria, concorsi pubblici, inserimento nelle strutture pubbliche e/o private nel settore aziendalistico, inserimento nei campi della fruizione dei beni culturali, dell’assistenza psico-pedagogica, della formazione professionale.

Descrizione, Finalità e Risultati

Dottorato di ricerca in Inclusione sociale nei contesti multiculturali cicli XXXII e XXXIII cofinanziati a valere sull’Asse 3 Istruzione e Formazione del PO FSE Sicilia 2014-2020 Obiettivo specifico 10.5 “Innalzamento dei livelli di competenze, di partecipazione e di successo formativo nell’istruzione universitaria e/o equivalente”

Il dottorato di ricerca Inclusione sociale nei contesti multiculturaliintende fornire le competenze necessarie per esercitare attività di ricerca di alta qualificazione presso soggetti pubblici e privati, contribuendo al dibattito scientifico a partire da prospettive interdisciplinari per l’elaborazione di paradigmi teorici e di modelli applicativi per favorire l’inclusione sociale e le pari opportunità in contesti a forte tendenza multiculturale.

Il Dottorato in Inclusione sociale nei contesti multiculturalisi propone di formare i dottorandi fornendo loro conoscenze teoriche, metodologiche e pratiche per poter impostare e sviluppare un rigoroso progetto di ricerca scientifica sui modelli e pratiche dell’inclusione sociale, ovvero, in prospettiva interdisciplinare, si intende riservare particolare attenzione alle problematiche che le organizzazioni complesse ( enti, aziende e istituzioni pubbliche nel settore pubblico e privato) sono chiamate a fronteggiare nel nuovo scenario internazionale, caratterizzato da profonde trasformazioni socioculturali, economiche, politiche e geopolitiche.I dottorandi saranno altresì coinvolti in ricerche finalizzate alla raccolta, allo studio e all’analisi di “buone pratiche” di integrazione nei contesti socio-educativi anche in ottica comparatistica nazionale e transnazionale, tenendo conto dell’impatto che i nuovi e massicci flussi migratori producono sul territorio ed il relativo tessuto socio-economico, politico e culturale

Gli sbocchi occupazionali e professionali che il dottorato si propone di raggiungere per i suoi studenti si riferiscono a quelle posizioni – presso università, enti pubblici, soggetti privati e del terzo settore – in cui siano richieste figure di studiosi e di professionisti di elevata qualità scientifica, nelle scienze sociali, psicologiche, pedagogiche, linguistico-letterarie. Il dottorato intende formare professionisti in grado di applicare le diverse conoscenze acquisite durante il programma didattico, ed in particolare le capacità di integrare ricerca teorica di base con quella empirica applicata, metodologie qualitative e quantitative, ad un ampio spettro di sbocchi, sia in Italia che all’estero, tra cui: la carriera universitaria, concorsi pubblici, inserimento nelle strutture pubbliche e/o private nel settore aziendalistico, inserimento nei campi della fruizione dei beni culturali, dell’assistenza psico-pedagogica, della formazione professionale.

L’intervento è cofinanziato dall’Unione Europea.

Requisiti per l’ammissione

Tutte le lauree magistrali:
SI, Tutte
Altri requisiti per studenti stranieri – Eventuali note:
Possono presentare domanda di partecipazione al concorso  di ammissione al dottorato di ricerca coloro i quali siano in possesso, alla data di scadenza del bando, di laurea triennale/quadriennale/quinquennale o di Laurea Specialistica/Magistrale (vecchio o nuovo ordinamento), ovvero di titolo equipollente conseguito presso le Università straniere.

Programmi di ricerca

Il dottorato di ricerca intende fornire le competenze necessarie per esercitare attività di ricerca di alta qualificazione presso soggetti pubblici e privati, contribuendo al dibattito scientifico a partire da prospettive interdisciplinari per l’elaborazione di paradigmi teorici e di modelli applicativi per favorire l’inclusione sociale e le pari opportunità in contesti a forte tendenza multiculturale. Più nello specifico, si propone di formare i dottorandi fornendo loro conoscenze teoriche, metodologiche e pratiche per poter impostare e sviluppare un rigoroso progetto di ricerca scientifica sui modelli e pratiche dell’inclusione sociale, ovvero, in prospettiva interdisciplinare, si intende riservare particolare attenzione alle problematiche che le organizzazioni complesse ( enti, aziende e istituzioni pubbliche nel settore pubblico e privato) sono chiamate a fronteggiare nel nuovo scenario internazionale, caratterizzato da profonde trasformazioni socioculturali, economiche, politiche e geopolitiche. I dottorandi saranno altresì coinvolti in ricerche finalizzate alla raccolta, allo studio e all’analisi di “buone pratiche” di integrazione nei contesti socioeducativi anche in ottica comparatistica nazionale e transnazionale, tenendo conto dell’impatto che i nuovi e massicci flussi migratori producono sul territorio ed il relativo tessuto socio-economico, politico e culturale.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti Gli sbocchi occupazionali e professionali che il dottorato si propone di raggiungere per i suoi studenti si riferiscono a quelle posizioni – presso università, enti pubblici, soggetti privati e del terzo settore – in cui siano richieste figure di studiosi e di professionisti di elevata qualità scientifica, nelle scienze sociali, psicologiche, pedagogiche, linguistico-letterarie. Il dottorato intende formare professionisti in grado di applicare le diverse conoscenze acquisite durante il programma didattico, ed in particolare le capacità di integrare ricerca teorica di base con quella empirica applicata, metodologie qualitative e quantitative, ad un ampio spettro di sbocchi, sia in Italia che all’estero, tra cui: la carriera universitaria, concorsi pubblici, inserimento nelle strutture pubbliche e/o private nel settore aziendalistico, inserimento nei campi della fruizione dei beni culturali, dell’assistenza psico-pedagogica, della formazione professionale.

Collegio dottorale

Coordinatore responsabile

Cognome PRESTI
Nome Giovambattista Maria Lino
Ateneo/Struttura UKE – Università Kore di ENNA
Ruolo Associato non confermato
Settore 11/E1
Provenienza STESSO ATENEO

Partner